Vai al contenuto principale Scendi al fondo della pagina
Tales 8.12.22

Eccellenza Moncler Grenoble

Fu nel 1952, nella piccola città di Monestier-de-Clermont, che l'imprenditore René Ramillon inventò i piumini Moncler che avrebbero protetto dal freddo gli operai delle Alpi francesi. Due anni più tardi, l'alpinista Lionel Terray decise di esplorare il potenziale dell'abbigliamento tecnico da escursionismo collaborando con Moncler alla realizzazione di una collezione ideata per la spedizione italiana di Achille Compagnoni e Lino Lacedelli sul Karakoram. Scalando la seconda vetta più alta al mondo, i due diedero inizio allo straordinario viaggio di Moncler nell’ universo dell’ abbigliamento per la montagna. Il brand deve da allora il suo successo alla capacità di sviluppare prodotti innovativi pur sempre fedeli al proprio heritage, in una nuova definizione di "lusso" per sciatori esperti e appassionati di outdoor. È tuttavia solo negli anni '70 che l’abbigliamento per la montagna diventa mainstream e trova la propria dimensione stilistica, tra materiali tecnici e tonalità technicolor. Il look da sci entra a far parte della quotidianità, e non più soltanto sulle piste da sci.

La linea Moncler Grenoble combina l’allure dell'abbigliamento alpino con il bisogno di prestazioni tecniche. Nella linea High Performance, l’outerwear - impermeabile, antivento e altamente traspirante - si arricchisce di materiali innovativi. Nel menswear, la giacca Hinterburg realizzata in GORE-TEX riciclato o il piumino Cerniat sono ideali per le giornate più fredde grazie all'isolamento PrimaLoft® Gold. Tra i capi Performance & Style, spiccano la giacca Isorno in piuma d'oca e il modello Mazod in nylon riciclato, mentre tra i capi Après Ski il parka Tratten con cappuccio longline e la giacca reversibile Hostun assicurano tutto il calore necessario. All’uniforme dello sciatore esperto si unisce la linea genderless Day-namic che comprende maglie, felpe, berretti e sciarpe: capi senza compromessi di stile adatti ad ogni occasione, da una passeggiata al parco fino ad una gita in montagna. 

Nel Grenoble womenswear, il colore diventa protagonista: dalle nuance vitaminiche del rosso accesso fino alle tinte metalizzate, con dettagli neon e stampe grafiche che spiccano tra la neve. La linea High Performance include la giacca Teche, definita da una silhouette aderente e disponibile nei toni del rosso, nero o bianco, e il modello Chanavey , disponibile nelle varianti del fucsia o del verde. Tra i capi Performance & Style, il piumino Theys si presenta in nylon tecnico rosso-arancio, e la giacca Valsorey di colore oro o blu metallizzato. L’Après Ski si arrichisce invece del parka Arbois di colore bianco con accenti neon e della giacca Yvoire con zip. Sulla scia delle nuove proposte colore, gli accessori completano il look con toni accesi e silhouette definite, mentre la nuova collaborazione con Reusch propone guanti e muffole integrati da una delle migliori tecnologie di isolamento del settore. 

Anche il Grenoble kidswear sfida i limiti dell’abbigliamento performante grazie al sistema RECCO® Reflector e alle robuste cerniere impermeabili. Dal nero ultra-tecnico del set Platz alle tonalità pastello del completo Corserey, nella versione blu ghiaccio o color block rosa marshmallow/bianco, fino al piumino Mazod arancione, i modelli Enfant riprendono lo stile del mondo adulto con un design del tutto identico ma in una taglia più piccola. Moncler Grenoble si distingue nell’equilibrio tra performance e stile in look per la montagna perfetto per le cime delle alpi così come tra le vie della città.